La Carità è tutta dolcezza

13.06.2019

Chi ha il cuore veramente ben fatto, si fa un dovere di essere sempre dolce e delicato con tutti.

La dolcezza, nel tratto e nelle parole, è una virtù, ed è anche civiltà e finezza di educazione. Bisogna avere la dolcezza nel cuore regolandone i sentimenti; la dolcezza nelle parole da non permettere mai che siano aspre e amare; la dolcezza nelle conversazioni da renderle sempre liete; la dolcezza nel carattere da tenerlo lontano da quei certi umori impetuosi, duri ed inflessibili; la dolcezza nelle maniere e nello stile di vita ed anche nella stessa severità quando, per necessità di dovere, dobbiamo usarla.

La dolcezza cristiana è il compimento della carità pratica; ne è come il soavissimo profumo. La dolcezza sa insinuarsi dappertutto: nella vita di colui che la possiede e in quella degli altri. La dolcezza è un’atmosfera limpida e serena nella quale vive l’anima amante cristiana e di cui circonda altresì le altre anime che vivonoinsieme con questa.

Si manifesta nelle mille particolarità della vita, nelle mille circostanze non definibili, nelle quali non bisogna mai fare altro che cedere, acconsentire, amare.

Per far questo, certo occorre dimenticare sé stessi, offrirsi con pieno abbandono allo spirito di Dio; allora soltanto si sente il cuore allargarsi e riempirsi dell’amore, della compassione senza limiti in modo che non vi è più alcuna cosa, anche amara e contraria, che non si trovi facile a sopportare, a perdonare, a dimenticare. Così è Iddio con noi e così dobbiamo essere anche noi, se vogliamo ritornare nella nostra forma primitiva ad essere fatti a somiglianza di Dio.

Dio è buono per questo; per questo è bello; per questo, per la sua infinita dolcezza con la quale ci ama, e noi saremo belli e buoni a somiglianza di Dio, se metteremo nel nostro cuore una fonte inesauribile di amore e di dolcezza.

 PROPOSITO

La vostra voce, la vostra conversazione, i vostri rapporti con qualunque persona, siano pieni di dolcezza; le vostre mani siano sollecite e cortesi; abbiate viscere di misericordia e di compassione; il vostro cuore sia tutto grazia e carità cristiana.

GIACULATORIA

Toglimi, o Madre, ogni amara tristezza, e infondimi nel cuore la tua dolcezza.